I MIEI LETTORI

mercoledì 1 gennaio 2014

BASTA UN POCO DI ZUCCHERO E...... L'ANNO NUOVO E' PIU' DOLCE!

Ed eccoci giunti al giorno in cui si fanno propositi per l'anno appena iniziato....

Il mio proposito per il 2014 ? NESSUN PROPOSITO!

Eh si! Questa volta preferisco improvvisare: lasciarmi andare dove mi porta il cuore, la testa, il destino, la vita!

Per una volta non voglio far programmi..... Tanto non li rispetto mai e , almeno, non avrò sensi di colpa o rimpianti!

E quindi non parliamo di cosa vorrei fare , ma di ciò che ho fatto l'ultimo giorno del vecchio anno: ho sfornato crostate e torte di mele e ho tricottato un po'.....(tanto per cambiare )!

Ho deciso di regalarvi le ricette della mia pasta frolla e della mia torta di mele : un dolce inizio d'anno per tutti!

torta di mele

Ecco cosa ci metto io :

1 uovo
150 gr di zucchero
1 pizzico di sale
1 bicchierino da liquore di olio di semi
1 vasetto da 125 ml di yogurt all'albicocca
1 bicchierino di marsala
200 gr di farina
1 bustina di lievito
1 kg di mele renette o mele gialle tipo melinda
zucchero a velo q.b.
1 limone
un po' di zucchero aromatizzato alla cannella per lo spolvero
qualche fiocchetto di burro

Si fa così:

Prima di tutto tagliare metà delle mele a tocchetti e metà a fettine e quindi cospargerle con il succo di limone.

In una ciotola mettere l'uovo , lo zucchero , il sale , e l'olio di semi, la scorza di limone e mescolare con una frusta a mano o con lo sbattitore elettrico.

Quindi unire la farina , lo yogurt e il marsala e mescolare ancora per bene.

Aggiungere il lievito e mescolare ancora.

Si ottiene un composto semiliquido al quale andranno aggiunte le mele tagliate a tocchetti.

Versare il composto in una teglia imburrata e infarinata.

Attendere qualche minuto che il composto si assesti per bene nella teglia .

Quindi disporre su di esso le mele a fettine.

Spolverare con lo zucchero che avrete aromatizzato con della cannella in polvere.

Mettere qualche fiocchetto di burro su tutta la superficie per far si che sciogliendosi si formi una bella crosticina  sulla torta.

Infornare a 175° per 40 minuti.

Tener conto che la torta di mele resta sempre bagnata all'interno , per cui si vede che è cotta quando ha raggiunto un buon punto di doratura.

Questa torta è molto buona. Profumata e anche leggera. Ottima per la colazione , ma anche come dessert a fine pasto magari accompagnata da una pallina di gelato alla vaniglia.






E ora passiamo alla pasta frolla .


Ecco cosa vi serve per preparare l'impasto:

400 gr di farina per i dolci autolievitante ( se non l'avete va bene la farina normale con un cucchiaino di lievito per dolci

200 gr di zucchero

200 gr di burro ( ma io spesso ne metto solo 125 gr ottenendo lo stesso risultato con maggior leggerezza)

2 uova intere

2 tuorli

1 pizzico di sale

la scorza di un limone

1 bicchierino di marsala

Si fa così:

mettere in una ciotola la farina e lo zucchero ( e il lievito qualora lo usaste) quindi mescolarli per bene

versare la farina sul tavolo al centro mettere le uova, il burro tagliato a pezzi e freddo di frigorifero, un pizzico di sale, la scorza del limone, e il bicchierino di marsala. impastare tutto lavorando lo stretto necessario per ottenere una palla di pasta liscia e omogenea.. Non si deve lavorare molto perchè altrimenti il burro si scalda troppo e l'impasto si fa farinoso rovinandosi.

Finito di impastare avvolgere la palla di pasta con la pellicola e porre l'impasto nel frigorifero per almeno un'ora.

Però se preparate l'impasto con un giorno di anticipo ,lo lavorerete meglio e la crostata verrà anche più buona.

Potete farcire la vostra crostata con la nutella , o con la marmellata del gusto preferito.

Quindi infornate a 170° per circa 40 minuti : deve essere bella dorata ma non troppo cotta cosicchè resti fragrante.

Questa è infatti una crostata morbida e non dura : io , personalmente la preferisco così.



Provatela e provate anche la torta di mele ! vedrete , sarà un inizio d'anno all'insegna della dolcezza!


Ieri , come vi dicevo , ho anche lavorato un po' a maglia e a uncinetto.

Questo è quello che è venuto fuori :-)






Un cappellino bianco per Gaia , fatto esattamente come da lei richiesto...

Che ne dite?

Desiderava un cappellino bianco con treccia al centro e lungo dietro. Insomma un cappellino da puffetta :-) e io l'ho fatto così:

Vi occorrono 100 gr di un filato lavorabile con i ferri n.5

Si montano 78 maglie e si lavora un bordo a coste 2/2 fino a 6 cm

Quindi si cambiano i ferri e con quelli n. 5 si lavora un punto fantasia nel modo seguente:

1 ferro e tutti i ferri dispari: lavorare 31 maglie al dritto, 5 maglie a rovescio, 6 maglie al dritto, 5 maglie al rovescio, 31 maglie al dritto

2 ferro e tutti i ferri pari: lavorare le maglie come si presentano.

Ogni sei ferri lavorati in questo modo lavorare sul dritto del lavoro nel modo seguente:

31 dritti
5 rovesci
mettere 3 maglie in sospeso (alternativamente sul dritto o sul dietro del lavoro) lavorare le 3 maglie seguenti al dritto e poi lavorare al dritto le tre maglie sospese
5 rovesci
31 dritti

il ferro seguente l'intreccio va lavorato come si presenta.

Ripetere gli intrecci per otto volte, sempre seguiti dai sei ferri lavorati a punto fantasia.

A questo punto lavorare un ferro al dritto lavorando insieme due maglie al dritto per tutto il ferro fino a rimanere con 39 maglie sul ferro.

Non chiudere la maglie restanti ma tagliare il filo piuttosto lungo .

Quindi con un ago da lana passare il filo attraverso le maglie sul ferro e tirare per stringere.

Infine cucire il retro del cappello.

Ed ecco la nipotina felice con il suo nuovo cappellino.



In ultimo ho fatto due fasce per capelli seguendo il tutorial di oana oros

una per la nipotina Marley dipendente




e l'altra per Gaia , che adora l'arancione!





 A me piacciono molto !

Ora vi lascio , ma non prima di avervi fatto tanti auguri per un 2014 all'insegna della serenità!

Kisses

Clelia










7 commenti:

  1. mmmm. .... mmmmh che bontà...da provare ! Bravissima in tutto e piena di idee, ... Bello mi è sempre piaciuto questo modello di cappello:)

    RispondiElimina
  2. Con i ferri proprio non ci sono, ma con le torte...sììììì!!
    Tanta tanta serenità anche a te e alla tua famiglia!!!!

    RispondiElimina
  3. ti eguo ti va di ricambiare unendoti al mio blog?http://ciochehoimparatodallavita.blogspot.it/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma certo cara Ezia! Anzi grazie per l'invito ......vado subito a cercarti!

      Elimina
  4. Cara Clelia le torte sono sicuramente ottime, seguirò la ricetta e i tuoi lavori all'uncinetto sono deliziosi. Brava!
    Ah, mi sono iscritta al tuo blog così potrò seguirti meglio.
    Baci
    Sara

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Sara grazie? Anche io ti ho aggiunta alle mie cerchie per seguirti.....le torte sono buone ma soprattutto semplicissime! Provale....a presto clelia

      Elimina