I MIEI LETTORI

giovedì 18 ottobre 2018

Intervista col creativo!3 Letizia , vlogger super creativa!

Provata ad immaginare  di aver voglia di creare qualcosa di originale e super colorato.
Il canale You Tube di Letizia è il posto che fa per voi?

Vorreste auto produrvi ciò che utilizzate tutti i giorni che so, per fare le pulizie in casa?
Letizia saprà come aiutarvi.

Siete alla milionesima fallimentare dieta ? Anche qui Letizia può venire in vostro soccorso con la condivisione della sua esperienza.

Avrete capito , a questo punto, che l'ospite di oggi ad Intervista col creativo è un vero portento
della natura.

Sono onorata dunque di presentarvi Letizia!










Benvenuta Letizia! Descriviti in dieci parole

Colorata, creativa, ipersensibile, introversa, precisa, lunatica, solitaria, taciturna, leale, ambiziosa

Sei una youtuber impegnatissima: tre canali di cui uno dedicato al benessere. Cosa ti ha spinto in questa direzione? Quanto credi nella condivisione delle proprie esperienze?

La volontà di avere qualcosa di mio che dipenda solo da me. "Nella mia vita precedente" sono stata anche insegnante: insegnare è una cosa che mi viene molto facile.

Mi piace saper fare le cose e spiegare anche agli altri come riprodurle nel modo più semplice possibile.

Quando hai scoperto il tuo lato creativo?

Il mio lato creativo ce l'ho fin da bambina: da che io mi ricordi ho sempre disegnato e creato cose con le mie mani. 

Pensa che alle elementari la mia maestra lasciava a me da colorare i particolari più piccoli dei cartelloni che dovevamo appendere in classe, proprio perché sapeva che li avrei colorati bene e in modo preciso!

Definisci la creatività

La creatività è quella cosa colorata dentro di te, quella spinta che ti parte dal cuore e viene trasformata dalle mani.

Letizia di nome e di fatto! La prima cosa che mi ha conquistato di te è stato il tuo sorriso: sorridere fa bene?

Sorridere fa bene di sicuro: mi piace molto ridere, sorridere e divertirmi anche se poi in realtà riesco a farlo solo con persone con le quali sono in sintonia e con le quali mi sento rilassata.

L'ultimo libro che hai letto, quello che leggerai e quello che più di tutti è stato importante nella tua vita

L'ultimo libro che ho letto in realtà sono tanti: a oggi ho in prestito dalla biblioteca del mio paese 23 libri più altri 4 in arrivo. 

Non c'è un vero e proprio libro importante nella mia vita: sono importanti tutti quelli che mi hanno trascinato nella storia e dai quali ho fatto fatica a staccarmi dopo averli finiti. 

Ti posso dire però il mio scrittore preferito degli ultimi 3 anni è Joel Dicker e che i primi libri che mi ricordo di aver letto, appena ho imparato a leggere, sono stati "Cion Cion Blu" e "Rasmus e il Vagabondo". 

Vizi e virtù di Letizia:cosa ti piace e cosa no di te stessa

Diciamo che in generale mi piaccio così come sono, perché grazie a tutte le mie caratteristiche sono arrivata dove sono fino a ora. 

Mi piacerebbe riuscire a essere meno impulsiva e riuscire a farmi prendere meno dalle cose che mi succedono, perché poi la mia ipersensibilità mi porta a stare male per tutto. 

Inoltre mi piacerebbe sapere avere a che fare più facilmente con le persone: essendo sempre stata introversa e solitaria faccio un po' fatica perché non so mai bene come interfacciarmi con gli altri e ho sempre paura di dire la cosa sbagliata.

Inoltre non tollero ingiustizie, maleducazione e superficialità e questo mi porta a "scaldarmi" spesso.

Festeggi Halloween? Cosa pensi di questa festa e quanto stuzzica il tuo lato creativo?

Personalmente non festeggio Halloween perché non è una festa che "sento mia" quindi anche il lato creativo un po' ne risente...

Sento Haloween "di riflesso" perché ho una figlia di 13 anni a cui invece piace festeggiarla.

Tre cose di cui non potresti mai fare a meno .

Libri, creatività, la mia famiglia

La giornata tipo di una youtuber

Penso sia come quella di tutte le mamme/mogli lavoratrici: sveglia presto, colazione, pulizie, inizio a lavorare (registro/monto video), "esco dall'ufficio" ed entro in cucina per la pausa pranzo, ricomincio a lavorare, "esco dall'ufficio", preparo la cena...e mi fermo intorno alle 21.30, quando mi addormento sul divano mezz'ora dopo mentre guardo una serie tv :-)


Il genio della lampada oggi è un po' tirchio e ti offre un solo desiderio da realizzare : qual'è?

Riuscire a essere tranquilla mentalmente, perché questo porta benefici a ogni lato della mia vita.


Ecco dove potete "trovare" Letizia e seguirla in tutte le sue "avventure"


 YouTube    Blog  

  Facebook    Google+ 

   Twitter     Instagram 


Un abbraccio

A presto

Clelia

lunedì 1 ottobre 2018

Intervista col creativo! 3: I sassi di Gabriella

Ho conosciuto Gabriella su Facebook .

Una mattina, praticamente all'alba , mentre portavo a passeggio la mia Luna , ho pensato di scriverle per invitarla a raccontarsi in una delle mie interviste.

E lei , che è ancora più mattiniera di me , in sella alla sua cyclette, mi ha subito risposto , accettando il mio invito.

E così oggi eccoci pronti per un nuovo appuntamento con Intervista col creativo.





Gabriella benvenuta ad Intervista col creativo!  Cominciamo con una domanda facile facile 😉 : chi è veramente Gabriella?

Buongiorno Clelia,  grazie per l’intervista alla quale sono felice di rispondere, innanzi  tutto mi presento:  mi chiamo Gabriella, sono una pensionata di 60 anni , (di cui 40 passati tra i freddi numeri della finanza ), e vivo ,da sempre, nella campagna Toscana ( che adoro). 

Vediamo un po’ , inizi la tua intervista con una domanda da te definita facile : chi è veramente Gabriella? Mah,   E’ veramente facile rispondere?? 

Credo non basti una vita per conoscerci, talvolta ci sorprendiamo di noi stessi!  

Comunque dai... fondamentalmente sono una persona riservata, che ama stare in compagnia del proprio Io , ho un temperamento riflessivo che cerca ( per quanto possibile) di rispettare il prossimo , la natura e gli animali, ho un carattere piuttosto forte che non si abbatte facilmente di fronte alle sconfitte ...ma soprattutto sono ( o almeno credo di essere ) creativa , una caratteristica di me che ho scoperto di possedere  a 60 anni!!!! 
Gabriella Marchesini
 

Vivi in campagna, puoi raccontarci una tua giornata tipo?

Diciamo che le mie giornate ( invernali ed estive) iniziano sempre alle cinque del mattino , nel silenzio ,che, spesso e’ scandito dal canto del mio gallo ,(un volatile di 8 kg che sveglia tutto il vicinato)! 

Le prime due ore del giorno sono tutte per me stessa, per il mio fisico , in sostanza faccio palestra ( cyclette, tapis roulant.....).

Alle sette, dopo una rinfrescata passo alla cura dei miei animaletti: cani, gatti, canarini, coniglietti nani, tartarughe, galline, e il famoso Gallo di cui sopra, insomma 23 bestiole che richiedono cura e attenzioni.

Verso le 9.30 mi dedico a mamma,una” brillante signora “ di 92 anni ( che a volte mi aiuta nei miei lavoretti) , e che, da circa 2 anni e’ costretta in una sedia a rotelle . 

A seguire... cucino, vado a far spesa, curo il giardino e l’orto ( ho anche un piccolo orticello), lavo, stiro, pulisco casa...nei ritagli di tempo mi rilasso dando sfogo alla mia creatività , che, in primavera / estate trova la sua espressione nei giardinetti in miniatura , mentre  in autunno / inverno  si esprime attraverso lavoretti  in pasta di sale , pasta di mais, o pasta di bicarbonato, lavoretti di carta, pittura ...etc  etc...

A fine giornata , in genere vado a fare l’erba ai miei coniglietti , così ne approfitto per fare due passi nella natura ( sono da stimolo per riflettere!).
 
Cosa significa per te essere creativi?

Esser creativi significa dare sfogo alla propria fantasia , riuscire a dare vita  e funzione diversa agli oggetti , vedere le cose in altra chiave...

Vuol dire unire, mixare oggetti tra loro per vederli poi  in altra dimensione.... vuol dire anche creare lavori, talvolta imperfetti, curiosi , fantastici.

Vuol dire assentarsi dalla realtà che ci circonda  per vivere ( se pur temporaneamente), nel nostro mondo!



Mi sono letteralmente innamorata delle tue creazioni con i sassi: diresti che il vivere in campagna sia di stimolo alla tua creatività?

Creativi secondo me si nasce. 

Certo, vivere in campagna mi aiuta molto in termini di spazio ,di oggetti da recuperare, poiché  sostanzialmente la campagna e’ una miniera di oggetti, ho tutto a portata di mano: sassi, legnetti, piantine, cose varie, magari antiche chincaglierie da riciclare.....paesaggi a cui ispirarmi per dipingere....

E' più bello creare con materiali belli e pronti o dare nuova vita e nuova funzione ad oggetti e cose che nessuno considera più utili ? 


Indubbiamente e’ molto, molto più bello creare con oggetti definiti dagli altri inutili, da gettare. 

Non possiamo definire, secondo me, creativo colui che va ad acquistare oggetti già preconfezionati limitandosi a dar loro un tocco finale collocandoli poi  in casa propria.



Ho visto che ami molto circondarti di animali di ogni specie: quanto è positivo vivere a stretto contatto con loro ?

Hai ragione, sono circondata da varie tipologie di animali...

innanzi tutto ti dico che per vivere con gli animali da compagnia occorre avere empatia con gli stessi , se non hai empatia non ha senso possederli, poiché e ‘ come avere un allevamento di bestie da reddito! 

Io credo che le mie bestiole mi capiscono tutte, ognuna a modo suo, ma mi capiscono, capiscono le mie abitudini, gli orari, le mie mosse ...ed io nel tempo ho imparato a conoscere loro, il loro modo  di esprimersi, diverso l’ uno dall’altro , capisco quando qualcosa non va, quando hanno voglia di giocare, quando vogliono attenzione, quando sono gelosi, quando mi contendono ...

insomma vivere a contatto degli animali significa proiettarsi in un mondo senza parole , che ti dice però tante cose!

Talvolta sarebbe opportuno che noi umani  traessimo da loro insegnamento.

Un'altra tua passione è la pasta di mais , ma ci sono anche altre tecniche che ti attraggono? 

amo lavorare la pasta di mais!

Ma lavoro anche  la pasta di sale e di bicarbonato sebbene, secondo  me,  la pasta di mais, che viene anche chiamata porcellana fredda, e’ quella che rende di più, sia in termini di prodotto finito ( l'opera risulta più lucida, più fine...) che in termini di lavorazione poiché la pasta tiene  meglio.

Dieci cose che vorresti fare prima che arrivi Natale.

francamente ho le giornate così piene che trovare spazio per ulteriori 10 cose  sarebbe davvero un problema!

Diciamo che non ho ambizioni particolari e tutto sommato amo la vita che faccio: il fatto stesso che al mattino non devo correre in ufficio ( come ho fatto per 40 anni!),  e’ già una soddisfazione!

Certo, qualche giorno di vacanza non sarebbe male, dal momento che sono anni che  che non ne faccio, ma, ahimè, in questo  momento purtroppo tale parola non e’ scritta nel mio libro delle priorità!... 





Restiamo in tema Natale, il periodo più entusiasmante per tutte le persone creative. Raccontaci il tuo Natale 

E' un fervore di idee..!

L’anno scorso ad esempio ho trovato nella legnaia  diversi anelli di plastica ( a suo tempo servivano per appendere un tendone), li ho rivestiti con filo lucido all’ uncinetto , poi ho fatto piccoli bimbetti in pasta di mais ed ho appeso il tutto ad una pianta  ormai secca, ho collocato l’opera sotto il terrazzo e voilà il mio albero di Natale...!

Questo anno  credo che mi dedicherò ai presepi, ma non quelli tradizionali , ho in mente cose diverse ... un binomio tra giardino in miniatura e natività .... vediamo cosa mi suggerisce la fantasia.....

L’idea  vien creando!  



Un aforisma, il passaggio di un libro o un verso di una poesia che senti ti rappresentano al meglio.

Non e’ mai troppo tardi per essere quello che saresti potuto essere!!!! 

Grazie a Gabriella per questa bella intervista . E' sempre bellissimo immergersi nel mondo di voi creativi, provare a guardare la realtà con i vostri occhi.

Di seguito vi lascio i link che portano a Gabriella e alle sue creazioni 

https://www.pinterest.it/gabriellamarchesini4/boards/

https://www.facebook.com/gabriella.marchesini.90

Vi do appuntamento alla prossima intervista e vi abbraccio tutti

Clelia

lunedì 10 settembre 2018

Intervista col creativo! 3 La solare creatività di Rosaria Terranova


Dopo qualche mese di latitanza tornano le mie Interviste col creativo! Un progetto al quale tengo troppo per rinunciarvi.

Insieme abbiamo conosciuto persone davvero fantastiche che ci hanno portato nel loro mondo creativo regalandoci preziosi momenti di ispirazione e di condivisione.

Oggi vi presento  Rosaria.

 
Benvenuta Rosaria, presentati con tre aggettivi che senti ti rappresentano al meglio e spiegaci il perché

Ciao  Clelia, innanzitutto grazie per questa intervista, sono felicissima di rispondere alle tue domande e  dar modo di farmi conoscere un pò di più  dalle tue fan.

Materna, solare, positiva, sono i tre aggettivi che meglio mi descrivono.

Materna lo sono sempre stata: avevo nove anni quando è nata la mia prima nipotina, ero una bambina io stessa ma mi ricordo che nel momento stesso in cui l'ho vista per la prima volta tutto il resto si è annullato, esisteva soltanto lei e il mio bisogno di coccolarla! 
Ecco...a distanza di tanti anni, quando sono diventata mamma realmente, quel sentimento materno è esploso in  tutta la sua potenza ed è lo scopo stesso della mia vita.

Solare perchè sono sempre allegra, sorridente.

Positiva perché qualsiasi cosa, anche terribile, che possa succedermi   nella vita nulla mi butta realmente giù, sono a ripresa rapida , le lacrime durano poco e dopo spunta sempre il sereno, della serie " mi spezzo ma non mi piego " .

Una passione su tutte , ma non l'unica. L'uncinetto. Cosa ti affascina di questo piccolo e versatile strumento?

Hai ragione Clelia, una passione tra tutte ma non la sola certamente.

Come avrai avuto modo di notare amo tutto ciò che è arte, manualità, creatività...mi sbizzarrisco in tante tecniche e se le giornate durassero il doppio ne vorrei provare molte di più, visto che non posso alterno quelle che conosco di più, come la maglia, le perline e soprattutto l'uncinetto


                                                                                                                                                    .
Dico soprattutto perchè l'uncinetto è stato il mio primo amore, avevo sette anni e ricordo che guardavo mia sorella  che realizzava dei centrini, parlo di 40 anni fa, quindi non esistevano social, youtube, o tutorial, potevi soltanto imparare grazie all'insegnamento diretto di chi già sapeva lavorare o dalle riviste, diciamo che io ho imparato così le prime basi e poi tutto il resto da sola.

L'uncinetto per me è un ricordo affettivo, ero una bambina sola, senza amiche e lavorare all'uncinetto mi faceva stare bene.
Anche oggi, quando lo prendo in mano mi da questa sensazione: non che adesso io mi senta sola visto che ho il mio cucciolotto sempre in giro per casa, però  riesce lo stesso a riempirmi il cuore..e quando sono un pochino giù mi basta lavorare con l'uncinetto   e come per magia mi sento subito meglio!






Quanto è importante nella tua vita poterti dedicare alle tue passioni?

E' molto importante per me  potermi dedicare alle mie passioni, fanno parte di me: quando per un qualsiasi motivo non riesco a trovare uno spazio solo mio, in cui potermi immergere totalmente per creare o anche solo per leggere, ecco...sento un vuoto, come se venisse a mancare una parte importante della mia stessa essenza!

Ora guarda queste foto e dimmi in quale delle due ti identifichi meglio e perché 

FOTO A

FOTO B
Certamente mi identifico totalmente nella foto B: amo i libri cartacei! 

Quando leggo devo sentire la carta che scorre tra le mani, l'odore, tornare indietro di una pagina se ho il dubbio di non aver capito bene un concetto. Certo , quest'ultima cosa si può fare anche con l'ebook, ma non è la stessa cosa.

Figurati che io sono una collezionista di libri, ne ho migliaia, una passione, anche questa, che mi porto dietro fin dall'infanzia.

Ultimamente  leggo un pò meno per questione di tempo, purtroppo si deve pur fare una scelta  avendo poche ore a disposizione durante la giornata, però continuo ad accumulare titoli che prima o poi leggerò :-)


Ti piace solo leggere o tra i tuoi sogni nel cassetto c'è anche quello di scrivere qualcosa di tuo?

Diciamo che scrivere un libro mio era un sogno che avevo tanti anni fa, pensiero che come è arrivato è andato via quando mi sono resa conto di non avere abbastanza talento in questo senso.

Secondo la tua personale opinione , perché oggi si legge sempre meno?

Secondo me si legge meno perché non si sogna più ad occhi aperti!

Parlo per la mia esperienza personale naturalmente: io ero, come ti dicevo prima, una bambina molto sola,  non solo non avevo amici ma mio fratello e mia sorella, che erano  molto più grandi di me, avevano le loro vite, quindi a me non rimaneva che rifugiarmi nei libri, erano un modo per viaggiare con la fantasia, vedere luoghi altrimenti inaccessibili, provare sensazioni ed emozioni sola, nella  mia stanzetta,  che non avrei provato nella realtà...i libri erano i miei amici, il  mio mondo.

Adesso con i social tutto è diverso, trovare qualcuno che ancora ama sognare e vivere emozioni  attraverso i personaggi di un  libro è difficile.

Creativi si nasce o si diventa?

Secondo me la creatività è un talento innato, non si può imparare, perché vi è una differenza fondamentale  tra eseguire bene un lavoro copiando un progetto esistente e creare un qualcosa di originale ed unico, nel primo caso si è soltanto bravi esecutori.

E' anche vero che il talento può rimanere nascosto dentro di noi ed uscire fuori anche molto tardi, rendendoci inconsapevoli di averlo, io la chiamo creatività dormiente :-)




Quanto è rilevante, per il tuo essere creativa, essere social? 

E'  molto importante, è un modo veloce per farsi conoscere ed apprezzare da migliaia di persone, cosa che nella vita reale richiederebbe anni e non si raggiungerebbero certamente certi numeri. 

E' più importante essere o apparire ?

Non  ho dubbi al riguardo, essere è molto più importante per me!

Certo le apparenze contano, avere una bella presenza ti aiuta tanto, ti apre le porte più velocemente, ma poi se oltre all'apparenza non hai sostanza tutto va a decadere...

Secondo me la creatività non ha bisogno dell'apparire, ma solo di essere.







Un desiderio che hai sempre tenuto solo per te e che ora rivelerai in esclusiva per Intervista col creativo 😃

Ho tanti desideri nel cassetto ma uno tra quelli cui tengo di più sarebbe aprire un negozio tutto mio, ma particolare , un binomio tra una libreria , dove si potrebbero trovare anche libri rari e un angolo creativo dove poter vendere le mie realizzazioni, e perchè no? La possibilità di potersi sedere e bere un caffè o una cioccolata calda. Un desiderio che magari prima o poi riuscirò a realizzare  :-) 

Grazie Clelia per questa bellissima intervista, un saluto e un abbraccio a te e ai tuoi lettori.

Grazie a te Rosaria per averci raccontato un po' di te . 

Qui di seguito vi lascio i link che portano al mondo di Rosaria. Se vorrete conoscerla meglio e continuare a seguirla non vi resta che cliccarci su.

E voi che creativi siete? quali sono le vostre passioni ? Sapete ancora sognare ad occhi aperti?

Se avete voglia di seguire l'esempio di Rosaria e raccontarci le vostre emozioni creative , scrivetemi a intervistacolcreativo@gmail.com per candidarvi. Preparerò subito la vostra personalissima intervista.

Ora non mi resta che abbracciarvi tutti e darvi appuntamento a prestissimo.

Ciao ciao 

Clelia