I MIEI LETTORI

venerdì 26 ottobre 2018

Intervista col creativo! 3 Incontro con la coach creativa Mariangela

Ciao , e benvenuti a questo nuovo appuntamento con Intervista col creativo.

L'ospite di oggi è davvero interessante e stuzzicherà la vostra curiosità dando nuovo vigore e nuovo spirito alla vostra creatività.

Vi presento dunque Mariangela del blog Mary mani creative






Ciao Mariangela, benvenuta ad Intervista col creativo! dove, lo sai , si parla di creatività a 360°. E allora cominciamo subito con lo scoprire che tipo di creativa sei?

Ciao Clelia.
Innanzitutto grazie per avermi contattata per questa intervista e per lo spazio che mi dedichi.
Sono una creativa a 360°, una formula forse troppo usata, ma nel mio caso mi rendo conto che definisce molto bene la mia multidisciplinarietà nelle tecniche manuali e la conoscenza di molte altre forme di creatività.
Sono creativa da sempre: fin da piccola ho sempre amato carta e penna, poi sono passata al ricamo e all’uncinetto per poi scoprire nel tempo un sacco di altre tecniche e attività che ho voluto sperimentare in prima persona.





Chi è e cosa fa una coach creativa?


Il termine Coach Creativa nasce dall’esigenza di mettere insieme le mie competenze manuali e quelle intellettuali.

Ho trovato nel coaching un modo di riscoprire e valorizzare quelle parti di me che erano state soffocate e accantonate, mi ha permesso di tirar fuori i miei talenti e diventare consapevole di quali sono i miei punti di forza e i miei valori. 

La parte manuale invece fa parte di me, sento scorrere la manualità nelle vene e non passa giorno che io senta il bisogno fisico di creare qualcosa, qualsiasi cosa che dalla mente viene maneggiata e trasformata attraverso le mani.

Per te cosa significa essere creativi? Si nasce o si diventa tali?


Essere creativi per me significa avere una visione del mondo aperta, flessibile, in cui costruire il nostro essere potendo esprimersi attraverso quello che sappiamo fare al meglio e che ci fa stare bene.

Ho scoperto che tutti siamo creativi, a modo nostro, solo che in alcuni questa visione è più evoluta che in altri. 

Credo che si nasca con delle predisposizioni genetiche ad un certo tipo di approccio e poi la vita, con le sue gioie e le sue sfide, ti modelli in funzione di ciò che devi apprendere.

Sta a te cogliere questi segnali e le opportunità per crescere e vivere le giornate in modo sano e propositivo. Credo anche che tutto si possa imparare, ma ci vuole impegno e costanza per raggiungere i risultati, serve mettersi in gioco, sbagliare e rialzarsi per poter apprendere.

In un bellissimo articolo del tuo blog ci dici che la creatività va nutrita . Ma come si nutre? Cosa possiamo fare per mantenere sempre "rigogliosa" questa pianta che cresce in ognuno di noi?  



Ti ringrazio. La Creatività può essere nutrita in vari modi, siamo tutti diversi e tutti abbiamo il nostro spazio e metodo di rigenerarci. 

La Natura è sicuramente la prima Maestra che consiglio.

Nel tempo abbiamo perso il contatto con lei e i suoi elementi e abbiamo estremo bisogno di ricollegarci alla nostra ciclicità e alla nostra natura terrena. La cosa importante è riconoscere questi momenti, prendersi del tempo per staccare completamente dalle nostre attività e fare dell’altro. 

Quando si dice che le idee migliori nascono nei momenti più strani è proprio vero, ci avete mai fatto caso? 

Questo concetto è spiegato molto bene nel libro Big Magic  di Elizabeth Gilbert che vi consiglio di leggere 

Quando ci occupiamo di altro, la nostra mente è più libera , sembra banale , ma c'è più spazio per far circolare le idee che rimbalzano nella nostra testa e, ad un certo punto , ci arriva il lampo di genio!
E ci chiediamo pure perché non ci fosse venuto in mente prima!




Differenza tra arte e creatività



Io considero l’arte come una forma espressiva che trova il suo posto nelle arti manuali come la pittura, la scultura, il cucito, ecc.

Mentre la creatività è un concetto molto più ampio che include tutte quelle piccole azioni che facciamo nel quotidiano.


La creatività si esprime anche facendo una bella e profumata crostata per una merenda della domenica: lì dentro ci abbiamo messo tutta la nostra fantasia e creatività creando qualcosa che prima non c’era, mettendo insieme diversi ingredienti per realizzare un prodotto finale. 

Il tempo è forse il bene più prezioso. C'è un modo per dilatarlo, per adattare il suo 
inesorabile scorrere alle nostre esigenze? 


Il tempo sta diventando sempre più prezioso e non c’è modo di dilatarlo.

Siamo noi i gestori del nostro tempo e dipende da noi l’uso che ne facciamo.

E’ vero che tante attività, soprattutto il lavoro, non dipendono principalmente da noi ma dagli orari imposti, dalle esigenze del cliente, dalle necessità dei figli e così via, ma dobbiamo essere, o diventare, consapevoli dell’uso che facciamo del nostro tempo. Questo si può decisamente imparare e ci sono delle tecniche per farlo o dei percorsi specifici.

In un momento di caos creativo è nata l’esigenza di fermarmi e fare ordine alle mille idee che avevo in testa.


Da qui ne è nato un corso gratuito L’Ordine delle Idee per aiutare altre creative a riordinare le tante idee che affollano la nostra mente, fornire un metodo di lavoro per pianificare i progetti e ottimizzare il tempo per raggiungere i nostri obiettivi



Chi è Mariangela nel suo quotidiano?


Mariangela nel quotidiano è una donna super impegnata dedita sempre a fare un sacco di cose.

Impiegata in ufficio di giorno, la sera si veste da mamma-moglie-casalinga-sorella-amica (mi sembra di essere transformer!) e nei momenti liberi e nel fine settimana trova il suo spazio personale nella craftroom dove si dedica alle sue passioni manuali.

Non ha una tecnica prediletta ma cerca sempre di trovare una nuova strada mettendo insieme le varie tecniche per creare qualcosa di nuovo e originale.

Predilige il lavoro all'uncinetto, il cucito, il ricamo e la carta. In questi ritagli di tempo e nei momenti liberi tra una commissione e l’altra della vita quotidiana trovo il tempo di leggere, studiare, frequentare corsi (soprattutto online), sperimentare, fare sapone e autoproduzione, curare un po’ il mio giardino sul terrazzo, lavorare a nuovi progetti per il futuro.

La lista di cose potrebbe proseguire, sono multidisciplinare e alla prima cosa nuova che mi passa davanti le mie orecchie sono sull’attenti e la curiosità sale a mille per approfondire qualsiasi tipo di argomento.

Mi piace il mondo del naturale sia per per uno stile di vita più salutare sia per un approccio di recupero e riutilizzo consapevole dei materiali.

Cerco di produrre il più possibile da me e di imparare dagli altri tutto ciò che potrebbe essermi utile nella vita.


Il mio motto è da sempre “impara l’arte e mettila da parte” 

Diresti che creare è un atto d'amore?



Oh, sì, direi proprio che creare è un atto d’amore, un gesto che viene dal cuore.

Quando crei ti senti parte di un altro universo parallelo, perdi la cognizione del tempo e vieni proiettato in uno stato di benessere psicofisico.

Stai decisamente bene con te stesso.

O almeno è questo che succede per me!



Il sogno , o i sogni nel cassetto di Mariangela


Dicono che sia una sognatrice, ma finora non ci avevo mai creduto fino in fondo.

Per me i sogni sono di solito progetti concreti riposti in un cassetto sempre mezzo aperto, sempre lì pronti per essere tirati fuori nel momento giusto.

Ho da parte tanti progetti, alcuni da parecchio tempo, ma che forse non tutti sono ancora pronti per sbocciare.

Farei un sacco di cose nella vita, ma siccome ne ho una sola al momento, devo decidere su quali lavorare per incanalare bene le energie.
Uno dei sogni che ho è quello di avere un laboratorio artigianale tutto mio, accogliente e spazioso per me e per altre creative. Mi piacerebbe realizzare un luogo di incontro tra appassionate di lavori manuali, organizzare workshop e laboratori per chi vuole imparare o affinare delle tecniche di cucito, uncinetto e ricamo ma anche altre attività. Uno spazio di confronto e di scambio.

Un altro sogno è quello di poter presto dedicare maggior tempo a questa mia passione per la manualità facendolo diventare un vero e proprio lavoro, potermi mettere a disposizione con la mia esperienza, gli spazi e le mie competenze per poter trasmettere il mio sapere a chi ha voglia di fare con le proprie mani, proprio come io ho imparato da altri a fare le cose che faccio.

La mia vita è piuttosto ricca di avvenimenti e presto sarà travolta da un’altra importante novità.


Il 2019 sarà un anno tutto nuovo da vivere e scoprire. Se siete curiose potete seguirmi su Instagram o sulla mia pagina Facebook dove condivido i miei momenti di vita quotidiana offrendo spunti e riflessioni su vari temi legati alla creatività





3 idee creative , piccoli suggerimenti per la prossima festa di Halloween


Ecco 3 idee creative per la festa più spaventosa dell’anno.




Ringraziamo Mariangela per averci raccontato la sua "vita creativa"  .

Sono sicura che troverete utilissimi e di ispirazione i suoi consigli da coach.

Io vado ad "allenarmi" 

Un abbraccio 

Clelia 

2 commenti:

  1. Ti ringrazio anche qui pubblicamente per avermi dato la possibilità di raccontare chi sono e cosa faccio. Ho ancora della strada da fare per raggiungere i miei obiettivi professionali ma sono felice di condividere con te e altre creative questo mio percorso per aiutare altre donne a realizzare i propri sogni.
    Un abbraccio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Mariangela , sono le persone come te che hanno risvegliato in me la curiosità e la voglia di sperimentare che da tempo si erano addormentate e restavano nascoste ...i tuoi consigli e la tua maestria sono di stimolo e di ispirazione. Grazie di cuore per averci regalato un po' del tuo tempo e per aver contribuito ad arricchire questo mio angolo

      Elimina

Se vi va lasciate un segno del vostro passaggio: sarò felice di conoscere la vostra opinione.